Crea sito

L'oblio

Ora che siamo in questa città dispersa
Ora che ti disperi sempre meno
Perché hai scordato perfino il suono
Della disperazione

Non hai più tempo per il tempo
Né necessità di chiedere
Non farai altro che vagare
In queste mura che tu solo conosci

Che io solo ho creato
Per altre menti, altre storie
E ci imprigiona solo
Se non ci rassegniamo.

Stupido o buono?

Era una persona buona, una di quelle che per quanto sono buone non valgono niente, agli occhi degli altri.
Camminava per strada con abiti logori e un sorriso che alcuni definivano ebete, altri saggio.
Appena qualcuno aveva bisogno di un favore, diceva:
- Và da quell'idiota. Non ha molto, ma se ha qualcosa e fai vedere che sei davvero disperato, ti aiuta.
E così era: aiutava tutti, di quello che guadagnava con fatica non teneva niente per se.

Sara

Luca si trasferì nella nuova città in autunno, quando la scuola era già iniziata da meno di un mese.
Fece qualche fatica ad ambientarsi tra i nuovi compagni di classe che già si conoscevano tra di loro, e si invaghì subito della ragazza bionda più carina della scuola, quella con cui tutti sognavano di uscire e che non avrebbe mai parlato con uno come lui, futura vittima dei bulletti di classe.
Invece trovò ragazzi più o meno della sua età disponibili a socializzare nel nuovo condominio in centro che i suoi genitori avevano preso in affitto.

La catena

Un turista che amava girare il mondo si fermò un giorno, seguendo solo l'ispirazione del momento, vicino a una casa di montagna isolata e spoglia.
Un bellissimo cucciolone bianco, dal pelo lungo e lucido, gli abbaiò contro con rabbia dal primo momento in cui si avvicinò, e l'uomo notò che l'animale era legato con una catena così corta da potersi a malapena girare, senza avere neanche una cuccia in cui ripararsi dalla pioggia o una coperta su cui dormire.

Giochi per bambini?

https://www.youtube.com/watch?v=gzNiVYIfobc&feature=kp
Questo video nel link rimanda all'episodio di un cartone che va in onda su un rinomato canale per bambini.
Dopo averlo guardato per qualche minuto, mi viene da esclamare: ma come è possibile che lascino guardare roba simile alle bambine come se fosse normale?!

Il giornalismo è morto?

Sempre più spesso sui giornali si possono notare notizie che è già blasfemo definire vere notizie: si cerca il pettegolezzo, la curiosità frivola o facili pretesti per inserire immagini al limite della pornografia.
Questo con sempre maggiore frequenza di quanto accadeva in passato.
Le vere notizie si trovano solo su giornali riconducibili in qualche modo a qualche partito politico, e per questo non sono quasi mai notizie obiettive, ma sempre un po' faziose e sommarie.

L'orgoglio del vento

Il vento testardo corre impetuoso
Esalta con furia la propria grandezza
Dà vita a vortici rissosi all’ultimo sospiro
Se si scontra con un vento a lui contrario
Ma della sua stessa potenza.
Si piega con rinata umiltà solo dinnanzi
Ad un più feroce corso d’aria
Che unico lo può placare.
Non è dignità la sua:
Soltanto orgoglio.

Audacia di fuoco

Quando la debole fiammella appena nata
Solleva i biondi capelli al vento
Emana già un flebile sospiro
In cui vi è lo stesso ardore
Del fluente ruggito d’alterigia
Con cui urla il fuoco la sua fierezza
Quando arde feroce case, alberi
E tutto ciò che ancora incontra
Sulla sua strada di cenere d’argento.
Ma quando ancora l’incandescente mostro
Non è che una piccola, flebile fiamma
Non vi è meno possanza
Nell’eco del suo sospiro ruggente.
Non muore, anzi combatte e
Si rafforza con l’acqua e con il vento:

Pregi difettosi

Bellezza non è un vero dono:
Lo è di più avere occhi per guardarla.
Ancor meno lo è bontà
Che flagella chi la possiede:
Che triste condanna,
Per chi sa piangere per gli altri,
Vedere dappertutto un’ingiustizia così forte.
Eppure, un mondo privo di bellezza
Sarebbe infine accettabile;
Uno senza bontà sarebbe brutto.

La sirena che uscì dal mare

Tra l'impeto della novità e del desiderio di sbocciare
e la paura del fallimento e di quel che devi lasciare
ti ritrovi ora che il tempo esclama il proprio scorrere.
L'inverno muore, esplode già l'estate senza preludi
il mondo corre verso il fuoco festate e non sei pronto
resti nel tuo giaciglio di petali e non trovi la forza.

Pagine

Iscriviti a Alore RSS