Crea sito

Giochi per bambini?

https://www.youtube.com/watch?v=gzNiVYIfobc&feature=kp
Questo video nel link rimanda all'episodio di un cartone che va in onda su un rinomato canale per bambini.
Dopo averlo guardato per qualche minuto, mi viene da esclamare: ma come è possibile che lascino guardare roba simile alle bambine come se fosse normale?!
Si tratta della storia di una Barbie animata che vive in un mondo "da sogno", anche se io lo definirei da incubo: una vita immersa nel rosa e nei vestitini, tra la stima e ammirazione delle amiche e l'invidia delle nemiche, tutte dovute al fatto che la protagonista è sempre alla moda in ogni occasione, ha un armadio grande quanto una casa normale e una casa grande quanto una reggia.
Mi domando come potranno diventare quelle che oggi sono bambine tra i 6 e i 10 anni (più o meno quest'età hanno le giovani spettatrici), guardando una simile propaganda di materialismo e culto della bellezza fisica.
Penso alle ragazze e donne già più grandi che vanno in depressione per una piccola imperfezione fisica (reale o inventata) o perché non riescono a realizzare l'ideale di perfezione che si sono imposte, e che spendono somme vertiginose per avere vestiti e accessori sempre all'ultimo grido o per fare invasivi ritocchi di chirurgia estetica, e ottengo la risposta.
Tutta questa riflessione allarmistica per un singolo cartone è un po' esagerata? Forse si, lo ammetto; purtroppo però questo modello di donna che vive per apparire non è diffuso solo dal programma che vedete nel link. C'è tutta una serie di cartoni, telefilm e pubblicità che invogliano le ragazzine dai sei anni in su a vestirsi e truccarsi come adulte, a sognare fama e gloria da star mature e a vivere all'insegna del consumismo (nella foto presente nel link sottostante l'articolo qualche esempio di trucchi per giovanissime, venduti peraltro come giochi educativi).

Non va molto meglio ai bambini, che nei cartoni loro destinati hanno qualche possibilità in più di trovare uno straccio di trama e di insegnamento morale, invece di un puro indottrinamento a una vita da adulti consumisti, ma pure si trovano a vedere spesso modelli di protagonisti muscolosi più di un wresteler che fa eccesso di steroidi, o modelli femminili di donne seminude dall'aspetto e dagli abiti provocanti.
In più, alcuni giochi per bambini maschi sono un serio pericolo alla loro incolumità, come le molteplici moto da cross elettriche messe in commercio per infanti dai 3 ai 7 anni (come nella foto).
Cosa potrà fare un genitore il cui figlio lo supplica di comprargli un simile aggeggio?
Dovrà scegliere tra essere l'unico genitore a non comprarlo e farsi odiare dal figlio, oppure accontentarlo e trattenere il respiro ogni volta che lo vedrà andare in giro con un veicolo dotato di motore con cui potrebbe facilmente uccidersi.
Il mercato ha i suoi bisogni, certo, e l'economia deve girare, ma continua a farmi rabbrividire l'idea che menti ancora nel pieno dell'infanzia siano bombardate da queste immagini e questi stimoli, oltre che nei programmi e nelle pubblicità per adulti a cui non possiamo del tutto sottrarli, anche in programmi a loro specificamente destinati.
https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/10509587...